top of page

Claudio Valerio - Segnali di vita

Aggiornamento: 4 gen




Segnali di vita nei cortili e nelle case all’imbrunire

Le luci fanno ricordare

Le meccaniche celesti.

[Franco Battiato, Segnali di vita]


Claudio Valerio (Popoli, 1991), si perde nei paesaggi oscuri delle sue tele, cerca l’affetto di una presenza nell’assenza totale, tocca punte di lucidità iridescente. Dalle forme rabbuiate date dalla densità del carbone, emergono scintille di possibili presenze, vite extraterrestri, segni di speranza. La materia oscura si fonde con la luce per catturare le molteplici combinazioni di possibili mondi rispondenti alle meccaniche dell’infinito.


Scrive il critico Valerio Dehò sull’artista: La pittura scura di Valerio, il nero profondo come la dark matter che permea l’universo, è uno specchio che non riflette perché opacizza l’immagine da trasmettere, la rende altro, spuria, diversa. Lo specchio non ha mai detto la verità, non illudiamoci. Dipingere in modo informalmente minimale vuol dire rapportarsi con il grado zero della pittura che è scaturigine del senso dal nulla. La realtà non è più sufficiente perché è impossibile a guardarsi, non ammette riflessioni. Il nero è un non colore che assorbe l’energia attorno a sé, in fondo al quale può esserci il Nulla o l’Assoluto


 

WORKS IN EXHIBITION



1. Buco, 2023, carbone, resina e olio su tela, 40x45 cm.

2. Cattedrale, 2023, carbone, resina e olio su tela, 40x35 cm.

3. Varco, 2023, carbone, resina naturale e olio su tela, 25 x 35 cm.

4. Oasi, 2023, carbone, resina naturale e olio su tela, 35 x 40 cm.

5. Fatuo, 2023, carbone, resina naturale e olio su tela, 40 x 40 cm.

6. Esuli, 2023, carbone, resina naturale e olio su tela, 35 x 40 cm.


 

OTHER WORKS | AVAILABLE IN THE GALLERY | BOLOGNA




 

EXHIBITIONS IN THE GALLERY


Immateriale-Corpo-Immateriale | Collettiva | more...

Opaco-Spettro-Opaco | Bipersonale | more...

The Others art fair | Collettiva | more...

Link Room | Collettiva | more...


 

Segnali di Vita - Liberamente ispirata alla spiritualità di Franco Battiato, è la mostra che dal 22 Luglio al 27 Agosto Studio la Linea Verticale presenta in Sicilia. La Cooperativa Etica Oqdany accoglierà la galleria come tappa dell’itinerario del Museo Diffuso del centro storico di Noto (SR). Il temporary space si svilupperà all’interno del suggestivo scenario della Chiesa di Montevergini, dove nella Sacrestia e sale ad essa attigue presentiamo cinque artisti esposti nella nostra sede di Bologna in questo primo anno di attività, ovvero Alberto Colliva, Francesca Dondoglio, Vale Palmi, Navid Azimi Sajadi e Claudio Valerio.

La mostra nasce dall’idea di omaggiare un grande cantautore siciliano, Franco Battiato, che ha dedicato la vita e l'arte al lavoro sulla propria coscienza e al quale la galleria deve il suo nome: La linea orizzontale ci spinge verso la materia, quella verticale verso lo spirito (Inneres Auge, 2009). More...


28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page