Luca Campestri | #artistfocus


Luca Campestri nasce a Firenze nel 1999. Nella sua ricerca si serve prevalentemente dei media dell’installazione video, fotografica e sonora, convergendo in alcuni specifici temi quali il concetto di ripetizione, intesa come modalità di esistenza, come necessario processo di elaborazione della realtà; il concetto, strettamente legato al primo, di erosione, azione di degradazione minima ripetuta e costante, e quello di rumore in quanto disturbo fisico-percettivo, mnemonico e dell’informazione.


Sx: Luca Campestri l Spettri l installazione video su monitor Led l 1h23s l ed 1/3 l 2022. Dx: Luca Campestri l Spettri l stampa fine art su Hahnemühle Photo Silk Baryta l 25x45 cm l ed. 1/3 | 2022.


La nozione derridiana di hauntologie raccoglie ed esplica vari aspetti dell’opera di Campestri; questa si situa nella dimensione virtuale di ciò che non è più ma continua a manifestarsi nella realtà e ciò che non è ancora ma i cui effetti precedono la messa in atto: tali le modalità dell’essere hauntologico, diviso tra coazione a ripetere e disgregazione mnemonica. Spesso le sue opere si conformano, dunque, come il disgregarsi di immagini affettive che mantengono intatta l’impronta di una memoria.


Sx: Luca Campestri l Spettri l proiezione video l 1h16m10s l ed 1/3 l 2022. Dx: Luca Campestri l Spettri l cofanetto d'artista 12x16 cm | contenuto: 1 stampa fine art 10x15 cm firmata e numerata | 1 chiavetta usb entro pannello fonoassorbente con video 6 min l 50 esemplari su ordinazione | 2022.


 

Cenni Biografici

Luca Campestri nasce a Firenze nel 1999. Trasferitosi in giovane età nel forlivese, approda nel 2018 all’Accademia di Belle Arti di Bologna, nel cui ambito frequenta il corso di Decorazione Arte e Ambiente. Diplomandosi nel 2021, vince il premio Art Up della Critica e dei Collezionisti promosso dalla Fondazione Zucchelli e si aggiudica l’anno successivo il Premio Zucchelli 2022, venendo così selezionato per partecipare ad un programma di residenza presso Alchemilla. Correntemente frequenta il biennio di Pittura Arti Visive nella stessa Accademia di Belle Arti di Bologna. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.


Mostre Selezionate 2022

-Opaco-Spettro-Opaco, Bi-personale di Luca Campestri e Claudio Valerio, Studio la Linea Verticale, testo critico di Valerio Dehò, Ottobre 2022, Bologna, IT.

-Arte Fiera 2022, Fondazione Zucchelli, a cura di Valerio Dehò, Arte Fiera, Bologna, IT. -ABABO Open Show, Art City 2022, Accademia di Belle Arti di Bologna, Bologna, IT. -Moving, a cura di Parsec, Parsec, Bologna, IT.

2021

-Parsec Crit, a cura di Parsec, Parsec, Bologna, IT.

-Open Tour 2021, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.


2020

-Open Tour 2020, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.

2019

-(In)Differenza, a cura di Stefano Scheda, Marradi Campana Infesta 2019, Marradi, IT.

Premi e Residenze - Fondazione Zucchelli premio Art Up | Premio della Critica e dei Collezionisti, Open Tour 2021, Bologna (BO). - Parsec Residency, Parsec, Bologna (BO). - Premio Zucchelli 2022 | Premio Residenza. - Palazzo Vizzani Saguinetti | Residenza d’artista | Alchemilla 2022.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti