top of page

Lucio Saffaro - Cenni biografici

A seguire i cenni biografici di Lucio Saffaro. Dal 18 novembre Tendente Infinito, Lucio Saffaro - Orlando Strati - Monica Mazzone, a cura di Tatiana Basso. La mostra è corredata dal catalogo ed. Pendragon con testi di Tatiana Basso, Bruno D'Amore, Carlotta Minarelli e Gisella Vismara, realizzata con il sostegno e la collaborazione dell'Associazione Controcorrente, della Fondazione Lucio Saffaro e del CSC - Archivio Nazionale Cinema Impresa. More...

 

Lucio Saffaro, nato a Trieste nel 1929, è stato una figura poliedrica del Novecento italiano. Pittore, poeta, scrittore e matematico, si laurea in fisica pura con una tesi sui calcolatori elettronici conseguita presso l'Università di Bologna, città che è stata la sua dimora dal 1945 fino alla scomparsa nel 1998. Uno dei suoi contributi più noti, divulgati in Italia e all’estero attraverso conferenze e pubblicazioni scientifiche, queste commentate da studiosi autorevoli, è stato nell’ambito della determinazione di nuovi poliedri. Tali ricerche hanno, in diverse occasioni, trovato spazio tra le pagine dell'Enciclopedia della Scienza e della Tecnica Mondadori. Parallelamente alla sua attività scientifica, Lucio Saffaro ha pubblicato circa cinquanta opere letterarie, recensite da critici autorevoli, con diverse case editrici italiane, tra cui Lerici, Scheiwiller, La Nuova Foglio, l'Almanacco dello Specchio di Mondadori e Edizioni Paradoxos concepite da Saffaro medesimo. La prima mostra personale, presentata da Arcangeli, si è tenuta alla Galleria dell’Obelisco di Roma nel 1962.


Lucio Saffaro, Nuove forme platoniche, 1986, 8’10”. © ENEA, Bologna. Venti icosaedri compenetrati, still da video per gentile concessione di Archivio Nazionale Cinema Impresa-CSC. Studio la Linea Verticale - Bologna.
Lucio Saffaro, Nuove forme platoniche, 1986, 8’10”. © ENEA, Bologna. Venti icosaedri compenetrati, still da video per gentile concessione di Archivio Nazionale Cinema Impresa-CSC. Studio la Linea Verticale - Bologna.

Tra le numerose esposizioni allestite in rilevanti contesti privati e pubblici si ricordano le diverse partecipazioni alla Quadriennale di Roma, le antologiche al Museo di Castelvecchio a Verona (1979), alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna (1986) – nello stesso anno della presenza alla Biennale di Venezia – al Museo Civico di Bassano del Grappa (1991) e, dopo la sua morte, le retrospettive al Museo di Palazzo Poggi dell’Università di Bologna (2004), nella Biblioteca dell’Accademia di Brera a Milano (2009), al Magazzino 26 nel Porto Vecchio di Trieste (2022), a Palazzo Fava a Bologna (2023). Le sue opere fanno parte di importanti collezioni pubbliche e private e ampi sono i riconoscimenti e importanti i premi ricevuti nei campi in cui si è distinto, tra cui si menzionano quelli ricevuti alla Biennale di San Paolo del Brasile (1969) e alle Biennali di grafica di Rijeka (1970) e Cracovia (1972). Nel 1999, dando seguito alla volontà dell’artista, è stata istituita la Fondazione Lucio Saffaro, che in occasione della citata antologica al Museo di Palazzo Poggi ha stretto una convenzione con l'Università di Bologna, consentendo il trasferimento di tutte le opere presso il museo universitario, dove sono conservate e in parte esposte.


Lucio Saffaro, Nuove forme platoniche, 1986, 8’10”. © ENEA, Bologna. Dieci icosaedri compenetrati, still da video per gentile concessione di Archivio Nazionale Cinema Impresa-CSC. Studio la Linea Verticale - Bologna.
Lucio Saffaro, Nuove forme platoniche, 1986, 8’10”. © ENEA, Bologna. Dieci icosaedri compenetrati, still da video per gentile concessione di Archivio Nazionale Cinema Impresa-CSC. Studio la Linea Verticale - Bologna.

La bibliografia su Saffaro è vastissima, con numerose opere scritte da critici, studiosi e intellettuali italiani e stranieri, tra cui Accame, Anceschi, Arcangeli, Argan, Baratta, Barilli, Bilardello, Calvesi, Carandente, Caroli, Cerritelli, Dalai Emiliani, D’Amore, Emiliani, Emmer, Galimberti, Lambertini, Lemaire, Longo, Luxardo Franchi, Marchiori, Marinelli, Masini, Massarenti, Menna, Odifreddi, Quintavalle, Raimondi, Ramat, Ricoeur, Russoli, Tega, Vismara, Volpi, Zevi, ecc.



 


TENDENTE INFINITO

Lucio Saffaro - Orlando Strati - Monica Mazzone

A cura di Tatiana Basso


CATALOGO ED. PENDRAGON

Con testi di

Tatiana Basso

Bruno D'Amore

Carlotta Minarelli

Gisella Vismara


IN COLLABORAZIONE CON

Associazione Controcorrente

Fondazione Lucio Saffaro

CSC - Archivio Nazionale Cinema Impresa


INAUGURAZIONE 18 NOVEMBRE H 18


STUDIO LA LINEA VERTICALE

18.11.2023-13.01.2024

Via dell’Oro 4B | Bologna (BO)


ORARI

Dal Martedì al Sabato 15.30-19

Gli altri giorni e orari su appuntamento

www.studiolalineaverticale.it

info@studiolalineaverticale.it

+39 392 0829558 | +39 335 6045420

in | fb | ig: @studiolalineaverticale


Flyer Lucio Saffaro Tendente infinito
Flyer Lucio Saffaro Tendente infinito

39 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page