top of page

Valerio Dehò - Memoria dal passato di Giovanna Caimmi

Aggiornamento: 6 gen

Il testo a seguire, scritto da Valerio Dehò per la mostra bi-personale Orizzonte-Sommo-Orizzonte, focalizza l'attenzione sui ricordi legati all'artista e, ironicamente e provocatoriamente, tratto che spesso contraddistingue le parole del critico, sull'amicizia che da anni lo lega a Giovanna Caimmi.


Giovanna Caimmi, Loopholes, 2023. Installation view at Studio la Linea Verticale. Ph. Paolo Serra


Ho scritto per la prima volta sui lavori di Giovanna Caimmi nel 1999 in occasione di una mostra dalla Loretta Cristofori in cui centrava qualcosa anche Emilio Mazzoli di Modena. Ne venne fuori anche un bel catalogo su una serie di terrecotte strane, molto belle, con temi anche esoterici come quello del bardo proveniente nientemeno che dal “Libro tibetano dei morti”.


Da allora, complice anche la figura del suo compagno di allora che gestisce una libreria di cose ultraterrene e bizzarre, ho sempre portato con me un vago sapore medianico, quando penso a Giovanna. Anche oltretombale.


Giovanna Caimmi, Loopholes, 2023. Detail of the installation view at Studio la Linea Verticale.


Associai le sue terrecotte complesse e barocche ad una forma di fascinazione cimiteriale. La morte è barocca, ingenuamente egalitaria, eccessiva. Per questo da allora penso a Giovanna Caimmi come ad una donna e un’artista lunare e “afgana”, per citare Paolo Conte. Anche l’ultima sua mostra in San Mattia che mi ha accompagnato a vedere, aveva un lucore sepolcrale, perfetto per il suo lavoro.


Ha qualcosa della Persefone mitologica, conoscerla è una discesa agli Inferi, piuttosto che un viaggio al centro della terra con Jules Verne. Quando so d’incontrarla porto sempre con me una torcia elettrica che mi illumini sulla strada del ritorno. Perchè se è bello scendere, figuratevi risalire.

Velerio Dehò

 

Giovanna Caimmi - Francesca Dondoglio


Fino al 03.06.2023

Dal mar. al sab. 15:30-19

Su appuntamento per gli altri giorni e orari


Testi critici

Per Giovanna Caimmi: Lorenzo Balbi - Valerio Dehò - Carmen Lorenzetti

Per Francesca Dondoglio: Olga Gambari - Roberto Mastroianni - Alessandro Mescoli


Studio la Linea Verticale

Arte Contemporanea

Via dell'Oro 4B - Bologna

17 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page